Silvio D’Amico, la tradizione dell’arte drammatica a Roma

Per chiunque voglia entrare nel mondo dello spettacolo facendo l’attore o il regista un punto di riferimento fondamentale è l’Accademia Nazionale d’arte drammatica Silvio D’Amico, un caposaldo della formazione in questo ambito con una solida storia alle spalle ed una grande competenza testimoniata da professionisti di grosso calibro nazionale ed internazionale. Forse però non tutti la conoscono e allora andiamo con un po’ di storia.

accademiasilviodamico

La scuola è stata fondata nel 1936 da Silvio D’Amico, studioso, scrittore e teorico teatrale. Prima di essa c’era stata la “Regia scuola di recitazione Eleonora Duse”, nata nel 1921 (con allievi tra gli altri Anna Magnani e Paolo Stoppa) per poi essere soppressa nel 1935 e sostituita con l’Accademia diretta da Silvio D’Amico fino al 1955 con la collaborazione di Orazio Costa e Maria Fabbri e che è stata poi affidata negli anni a vari altri direttori di grande valore. La scuola ha visto negli anni il passaggio di attori e registi famosi come Vittorio Sermonti, Ennio Fantastichini, Anna Marchesini, Sergio Rubini, Ferzan Ozpetek e tanti altri artisti che potrebbero comporre un lungo elenco.

L’Accademia, che ora ha la sua sede in via Vincenzo Bellini a Roma, fa parte dell’Alta formazione artistica e musicale in quanto unico istituto per la formazione di artisti e registi, è finanziata dal Miur e dal Ministero per i beni e le attività culturali e rilascia titoli di studio di livello universitario: corsi triennali di primo livello di recitazione e di regia e master di primo livello in varie materie (regia lirica, critica giornalistica, doppiaggio, drammaturgia e sceneggiatura).

Il metodo di insegnamento è estremamente ricco e completo: si basa sul’integrazione di teoria e pratica laboratoriale (col coinvolgimento degli allievi in numerosi spettacoli, esercitazioni, saggi di recitazione e di regia e vari laboratori), sulla sperimentazione, sulla libera creatività degli allievi con un budget a disposizione e sulla ricerca. L’attività dell’Accademia risulta inoltre fondamentale per la trasmissione del patrimonio teatrale tradizionale oltre che per il suo rinnovamento. Un punto di riferimento fondamentale per il mondo dello spettacolo.

L’Accademia Silvio D’Amico finanzia e sostiene poi vari progetti ed iniziative tra i quali: “Contaminazioni”, un festival autogestito dalla consulta degli studenti dell’accademia delle Belle Arti e del Conservatorio di Santa Cecilia; la Scuola europea per l’arte dell’attore “Prima del teatro” che organizza ogni anno un campus estivo per allievi e docenti; varie iniziative di formazione permanente per l’inserimento lavorativo degli studenti freschi di diploma.

Inoltre l’Accademia collabora con numerosi enti ed istituzioni che si occupano di cultura: la Biennale di Venezia, il teatro di Roma, Il RomaEuropa festival, il Piccolo teatro di Milano, il Festival dei due mondi di Spoleto e tanti altri. Insomma un’Accademia storica che prosegue il suo percorso di grande valore per la recitazione, la regia e la cultura in generale.

Silvio D’Amico, la tradizione dell’arte drammatica a Roma ultima modifica: 2014-12-18T14:12:12+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *