Imparare a ballare il tango: qualche consiglio

Quanti di noi vorrebbero imparare a ballare il tango, ma proprio non sanno da dove cominciare o sono frenati dall’idea che si tratti solo di un ballo per coppie?

In realtà il tango è un ballo davvero speciale e unico, in grado di regalare grandi emozioni a chi lo pratica, ma anche a chi semplicemente osserva. Per questo motivo, liberatevi dei vostri dubbi e seguite qualche consiglio che potrà facilitare l’approccio con questa danza magica e sensuale.

ballare il tango

Per prima cosa, il consiglio principale per chiunque decida di accostarsi a uno sport o a una disciplina è cercare di capire con cosa si avrà a che fare acquistando delle conoscenze in merito. Cercate di informarvi il più possibile, chiedendo magari a un’amica che già frequenta un corso di tango, ma anche guardando i video disponibili online, girati da ballerini principianti o da veri e propri professionisti, almeno per avere un’idea. In questo modo potrete farvi già un’idea iniziale delle basi del tango, prendendo confidenza con i gesti, le posture e i movimenti basilari.

Anche la musica può aiutarci a contattare il principio di fondo di questo ballo. Scegliete quella che più vi entusiasma, lasciando che il ritmo inconfondibile del tango scorra dentro di voi, in qualunque momento della giornata. Non abbiate timore di accennare qualche semplice passo mentre passate l’aspirapolvere. Non vi vedrà nessuno!

Una volta che avrete finalmente deciso di seguire la prima lezione, cercate sempre di tenervi in allenamento, per non lasciarvi sfuggire dalla mente le nozioni di base apprese dall’insegnante. Cercate quindi di mantenere la postura giusta anche quando siete a casa, sull’autobus o a lavoro. Testa alta, schiena dritta e spalle morbide tutto il giorno.

Ricordatevi naturalmente di acquistare l’occorrente indispensabile per ballare il tango. Per le prime volte non sarà necessario alcun abbigliamento particolare, ma per le esibizioni potrebbero servire gli abiti e le scarpe giuste.

Il tango è sinonimo di passione, ma anche di eleganza, per cui munitevi di un abito o una gonna in tessuto non troppo aderente, possibilmente con spacco. La scarpa è fondamentale, considerando che l’attenzione è spostata quasi totalmente sulle gambe. Devono essere rigorosamente con il tacco, non troppo alte, bloccate alla caviglia con un cinturino o una stringa. Per l’uomo, invece, è d’obbligo la camicia bianca ed il pantalone nero, che donano un tocco di eleganza argentina.

Se state seguendo un corso con il vostro partner, esercitatevi insieme. Ritagliatevi un momento della giornata in cui potrete spegnere la TV, staccare i cellulari e dedicarvi alla coppia per mantenere viva l’intesa e la sintonia, elementi importantissimi nella pratica del ballo di coppia.

Se non riuscite ancora a muovere i primi passi senza la guida dell’insegnante, cercate almeno di rinfrescarvi la memoria per quanto riguarda la postura e l’abbraccio.

tango

Non hai un partner oppure la tua metà proprio non vuole saperne di accompagnarti in quest’avventura? Non c’è nessun problema. Accendi il tuo computer, seleziona uno dei tanti video-tutorial disponibili online e ripeti quello che hai imparato durante la lezione di ballo da sola, magari posizionandoti anche vicino ad uno specchio, per controllare la postura del corpo.

In alternativa, puoi anche cercare la prossima serata danzante nella tua città, dove potrai conoscere nuove persone e in più avrai anche la possibilità di lasciarti guidare da ballerini più esperti, per apprendere sul campo maggiori conoscenze.

Infine, il nostro consiglio più importante è quello di non lasciarti scoraggiare dalle prime difficoltà. Nessuno dei ballerini più esperti è riuscito sin dalle prime lezioni a danzare ad alti livelli.

Per cui affidati con grande pazienza alla guida del tuo maestro di ballo, seguendo alla lettera tutti i suoi consigli. Con un po’ di impegno, potrai raggiungere ottimi livelli.

Imparare a ballare il tango: qualche consiglio ultima modifica: 2015-06-25T11:30:15+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *