World DanceSport Federation: la storia della federazione internazionale della danza

La storia della World DanceSport Federation, la Federazione Internazionale della Danza sportiva, origina agli inizi del Novecento.
Già nel 1920, infatti, diverse nazioni europee cominciarono a regolamentare in maniera coordinata le competizioni di danza. Fra queste presero un ruolo decisivo il Regno Unito, la Germania e la Francia che, lentamente, crearono una rete di federazioni in comunicazione fra loro che col passare degli anni stipularono patti e accordi interni fino a divenire una vera e propria realtà internazionale.

Ciò avvenne ufficialmente nel 1957, quando sotto la spinta tedesca i rappresentanti di otto nazioni fondarono l’International Council of Amateur Dancers (ICAD), dando di fatto vita al primo organismo internazionale a occuparsi di danza sportiva.

Nel 1965, con il cosiddetto “accordo di Brema”, l’ICAD si rivestiva della facoltà di giudicare e controllare i campionati internazionali per i dilettanti.
Nel 1990 cambia invece il nome in International DanceSport Federation, affiancando sempre di più la visione di un’unione fra danza e sport, si inaugura una stagione di crescita notevole che la porterà cinque anni più tardi a divenire un membro dell’Associazione Generale delle Federazioni Sportive Internazionali e, poco più tardi, a venire riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale.

WDSF

Il grande passo avanti è avvenuto quando, nel 2004, l’Organizzazione Internazionale della Danza (IDO) ha scelto di diventare un membro associato di IDSF: venivano implementati dunque quasi 50 diversi stili di danza sportiva, con una visione estremamente organica che permise al sodalizio di affermarsi stabilmente. Nel 2008 veniva anche stipulato un accordo con il Comitato Paraolimpico Internazionale (IPC), con l’intenzione di sviluppare e promuovere la danza sportiva per le persone con disabilità.

Il nome della Federazione viene modificato un’ultima volta nel 2011, trasformandolo nell’attuale World DanceSport Federation.

Oggi sono 92 gli organismi statali che compongono la Federazione, un numero più che quadruplicato dal 1970. La Federazione si è dunque affermata come la principale forza di coesione tra le diverse realtà mondiali interessate nelle attività sportive che coinvolgono la danza. Lo scopo della Federazione resta innanzitutto quello di promuovere la danza sportiva con sforzi congiunti sul piano internazionale, per garantire una sempre più ampia conoscenza e adesione da parte di artisti e pubblico a questa disciplina e offrire un controllo specifico, efficace e corretto durante le competizioni.

World DanceSport Federation: la storia della federazione internazionale della danza ultima modifica: 2015-11-11T09:00:18+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *