Sammy Davis Jr e il Rat Pack

Sammy_Davis_Jr
Una foto di Sammy Davis Jr. alla marcia per i diritti civili del ’63.

La vita di Sammy Davis Jr è stata senza dubbio appassionante, coraggiosa ed affascinante. Se siete incuriositi dalle biografie dei personaggi famosi non potete perderla. L’attore, cantante, ballerino, batterista e comico nacque ad Harlem nel 1925 e morì nel 1990 a Beverly Hills ed i suoi 65 anni (una vita breve purtroppo a causa di un tumore) furono tutt’altro che banali, ricchi di impegno contro la segregazione razziale e di un talento artistico straordinario e poliedrico.

Il ballo era sicuramente nel suo destino visto che era figlio di due ballerini ed imparò fin da piccolo a ballare da uno zio capo ballerino della compagnia di cui faceva parte il padre: i tre si unirono poi nel Will Mastin trio, una piccola compagnia che andò in tournèè negli Stati Uniti mascherando con vari espedienti il lavoro minorile del piccolo Sammy.

Iniziò così la sua vita fuori dall’ordinario, priva di un’educazione formale e già impegnata a lottare contro il razzismo dilagante. Durante i viaggi fatti negli anni ‘30 con il Will Mastin Trio Sammy Davis jr apprese buona parte delle sue abilità come cantante, ballerino e comico divenendo ben presto la star degli show ed iniziando anche la sua carriera cinematografica partecipando al film “Rufus Jones for president” nel 1933.

Il 1943 segnò una brusca interruzione del suo percorso artistico quando durante la seconda guerra mondiale fu arruolato nell’esercito degli Stati Uniti. Qui si trovò a subire ancor più direttamente i pregiudizi razziali con abusi verbali e fisici ma trovò rifugio unendosi ad un gruppo che faceva spettacoli di intrattenimento per le truppe, riuscendo ad ottenere rispetto attraverso il suo talento.

Lasciato l’esercito riprese la sua carriera artistica sia con il Will Mastin Trio sia singolarmente ottenendo grandi successi: nel 1947 iniziò il suo sodalizio con Frank Sinatra (che rimase sempre suo grande amico e partner artistico) aprendo i suoi spettacoli al Capitol Theatre di New York.

Molto importante fu anche un tour con Mickey Rooney a cui seguì però nel 1954 un brusco incidente d’auto nel quale Sammy Davis jr perse l’occhio sinistro. Dopo aver recuperato fisicamente e moralmente, nel 1955 pubblicò due album di grande successo, fece numerosi apparizioni cinematografiche e in show televisivi tra cui il Frank Sinatra show nel 1958.

Il 1959 è l’anno in cui si unisce al Rat pack: con lui Frank Sinatra, Dean Martin, Peter Lawford e Joey Bishop a formare un gruppo di artisti geniali ed anticonformisti, di forte impatto sul pubblico.

Il nome fu ripreso da quello di un gruppo creato dall’attrice Lauren Bacall negli anni ’50 formato da vari artisti dediti all’allegria, al bere e all’indifferenza alla critica.

Il Rat pack si esibì in numerosi spettacoli nei casinò di Las Vegas diventandone una delle attrazioni principali, partecipò a vari film tra i quali ad esempio “Ocean’s eleven” e gravitò intorno alla figura di John F. Kennedy di cui divenne supporter ufficiale per la campagna presidenziale. Sicuramente una delle esperienze più importanti nella carriera di Sammy Davis jr, sempre in lotta contro la segregazione razziale anche con il Rat pack.

Sammy Davis Jr e il Rat Pack ultima modifica: 2015-06-29T12:34:52+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *