Perché è importante il portamento?

Quando ci troviamo di fronte ad una persona che non abbiamo mai visto prima d’ora, inconsciamente la nostra mente comincia ad effettuare una serie di valutazioni basate sulla nostra esperienza e sui modelli comportamentali che ci sono stati inculcati. Dunque risulterà sicuramente più piacevole, ai nostri occhi, una persona che incede ritta sulla schiena piuttosto che curva sulle spalle. O ancora, rimarremmo maggiormente colpiti da un individuo che ci rivolge la parola a testa alta che da chi preferisce aprire bocca fissandosi le punte dei piedi.

portamento

Oltre ad influenzare i rapporti sociali, la postura è strettamente collegata al nostro stato di salute. Non è un caso se mamme e nonne sono aduse ad invitare figli e nipoti a stare ritti sulla schiena. Naturalmente un’errata postura non è solo addebitabile alla scarsa attenzione che si rivolge alla posizione dei propri muscoli ed alla propria ossatura, in quanto è chiaro a tutti che oggigiorno il cosiddetto mondo “civilizzato” è fin troppo abituato a stare seduto dietro una scrivania a fissare un monitor, e i più piccoli sono spesso costretti a recarsi a scuola con appesi alle spalle zaini dal peso spropositato rispetto alle possibilità di carico della schiena. Cattive abitudini come queste possono condurre all’indesiderato di sviluppo di problemi come la famigerata scoliosi o ancora lordosi e cifosi.

Oltre alla salvaguardia della salute occorre rivolgere un pensiero alle pratiche dello “star bene in società”. Proprio nel Belpaese nasce infatti il galateo, codificato dal monsignore toscano Giovanni Della Casa nella seconda metà del sedicesimo secolo. L’opera, che originariamente era denominata “Galato overo de’ costumi”, prende il nome dal chierico che la commissionò, l’arcivescovo campano Galeazzo Florimonte. Qualche rapido esempio delle norme di condotta elencate dall’uomo di chiesa: a tavola, il commensale è tenuto a sedere con la schiena eretta, ad una certa distanza dal tavolo e con il tovagliolo poggiato sulle cosce; ancora, è opportuno, in fase di presentazione, passare dalla posizione seduta a quella eretta, qualora vi ci si trovasse, al fine di porgere la mano e infine stringerla.

Nel corso degli anni è ovvio che si siano modificati certi dogmi del buon costume. Un lontano ricordo, utilizzato forse ancora da qualche nostalgico romantico, è il baciamano, sostituito da una ben più “unisex” stretta di mano, celebrante quella che è stata una delle maggiori conquiste degli ultimi secoli: la parità tra l’uomo e la donna.

Certo, un po’ di cavalleria, oltre a non aver mai ucciso nessuno, è sempre apprezzata!

Oltre al benessere e allo stile, il portamento è oggi una tecnica di movimento rivolta a ballerini ed attori che devono affrontare la scena pubblica con disinvoltura, fascino e grazia. Le nostre lezioni di portamento femminile sono ovviamente indirizzate a quest’accezione prettamente artistica del portamento, pur non sottovalutando le sue ricadute positive per quanto riguarda il benessere posturale e psico-fisico dell’individuo.

Perché è importante il portamento? ultima modifica: 2015-01-15T18:03:08+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *