Origini storiche della danza orientale

Quello della danza orientale è un mondo particolarmente affascinante, di cui l’espressione più nota, ma non la sola, è senza dubbio la danza del ventre. Non è un caso, infatti, che sempre più scuole di ballo decidano di offrire ai propri iscritti la possibilità di seguire un corso dedicato alle cosiddette danze orientali.

La storia della danza orientale ancora oggi non riesce a trovare una definizione temporale ben precisa. Secondo alcune interpretazioni, infatti, potrebbe rappresentare una delle prime forme di ballo del mondo antico. Tuttavia, questa dichiarazione non sembra trovare particolari rimandi a fonti accertate, per cui potremmo basarci più che altro sul fatto che i temi interpretati, così come le movenze piuttosto semplici, abbiano dei tratti in comune con le danze più antiche, come quelle africane, per esempio.

Raqs sharqui” è il termine arabo utilizzato per descrivere l’ampio scenario delle danze orientali nella loro forma più “classica”. Più precisamente, per poter dare una collocazione geografica più dettagliata, dobbiamo prendere come riferimento l’ideologia tipica di questa parte del mondo. Sebbene per noi occidentali l’Oriente identifichi tutto ciò che si trova a Est dell’Europa, in realtà dobbiamo adottare il punto di vista di una parte precisa del mondo, ovvero l’Egitto, che rappresenta in un certo senso la patria di queste danze.

Ecco perché si preferisce localizzare le “raqs sharqui” nel territorio compreso tra l’Egitto e il Golfo Persico. In realtà, molte forme di danze orientali, prima fra tutte la danza del ventre, si sono diffuse anche in molti territori a ovest dell’Egitto, come Tunisia e Marocco, partendo in ogni caso sempre dai Paesi mediorientali.

Al giorno d’oggi, la danza del ventre rappresenta sicuramente una valida alternativa ai balli tipici della nostra cultura e quelli sudamericani. Le donne che scelgono di intraprendere la strada di questa disciplina sono sempre di più, così come le insegnanti che preferiscono apprendere le tecniche fondamentali della danza del ventre direttamente dalle ballerine mediorientali.

Le danze orientali rappresentano infatti un’ottima occasione per tutte le donne di mantenersi in forma divertendosi. Ogni parte del corpo, dal bacino al busto, senza escludere gambe, braccia e polsi, viene allenata continuamente durante l’esecuzione del ballo. Per cui, mentre le donne occidentali si affannano in palestra, quelle orientali riescono a preservare un corpo agile e tonico danzando.

Origini storiche della danza orientale ultima modifica: 2015-10-09T09:00:40+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *