Alle Origini Del Tango Con Los Hermanos Macana

ALLE ORIGINI DEL TANGO (“MACHO”) CON LOS HERMANOS MACANA

Si dice ‘tango’ e si pensa alla sensualità della donna avvinghiata all’uomo nel ballo al più alto tasso passionale. E invece ecco la sorpresa: il tango originariamente era ballato tra uomini! Ai primi del ‘900 nelle periferie di Buenos Aires i compadritos (i ‘guappi’ di allora) e gli immigrati che si stabilivano in quelle zone marginali si allenavano e rivaleggiavano in una sorta di sfida di improvvisazione manifestando così la propria virilità. L’oggetto del desiderio rimaneva la donna che, per le restrizioni dell’epoca, non poteva mostrarsi in pubblico, a meno che non fosse stata una prostituta. Quindi la penuria di donne costringeva per necessità gli uomini a ballare tra loro. A restituirci l’essenza e la mascolinità della curiosa origine del tango ci pensano dal 1995 i fratelli argentini De Fazio, Enrique e Guillermo, in arte Los Hermanos Macana, cioè i fratelli gioiosi, e in effetti nella loro danza c’è gioia, forza, ironia, eleganza, diletto, pur non tradendo del tango la tipica vena lirica e il suo pathos.


Los Hermanos Macana Tango New York Times Square

I due ballerini, formatisi presso le scuole dei più grandi maestri del tango argentino come Juan Carlos Copes, Gabriel Angio y Natalia Games, Mingo Pugliese y Raul Bravo, hanno deciso di costituirsi come coppia professionale perché, si dice, non riuscivano a trovare ballerine della loro statura, ma, se sia vera o no, questa sfumatura la dice comunque lunga sulla giocosità scenica basata sul contrasto tra il loro physique du rȏle e l’accuratezza delle perfomances. Sono attualmente riconosciuti dalle commissioni tecniche di tutti i festival internazionali come la coppia più talentuosa in quest’ambito. Nel 2001 Francis Ford Coppola li sceglie a simbolo del mondo tanguero per il film “Assassination Tango”.

Alle Origini Del Tango Con Los Hermanos Macana ultima modifica: 2016-04-15T12:38:18+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *