La seconda vita del Burlesque

Il burlesque nacque in Inghilterra a metà dell’Ottocento come spettacolo di varietà parodistico all’insegna della satira dell’aristocrazia e caratterizzato da momenti di comicità, di canto e di danze irriverenti ad opera di ballerine poco vestite ed estremamente seducenti. Si diffuse in seguito negli Stati Uniti dove ebbe grandissimo successo a fasi alterne. E poi? Che ne è stato del Burlesque? Sicuramente ha vissuto delle trasformazioni ma non è scomparso.

burlesque

Negli anni Novanta infatti si è avuta una fase di revival e si è tornato a parlare di burlesque. Una forma d’arte ironica, sensuale, elegante, irriverente e maliziosa che prende il nome di New Burlesque (o Neo Burlesque) e che affascina un numero sempre maggiore di persone che decidono di intraprendere questo percorso artistico. Tra le ballerine più note che hanno dato nuova vita al Burlesque possiamo nominare Dita Von Teese, Dirty Martini, Angie Pontani, Jo “Boobs” Weldon, Immodesty Blaize, le Pontani Sisters, Catherine D’Lish e Julie Atlas Muz, per dirne solo alcune. Avete mai visto un loro spettacolo?

Si tratta di un genere di ballo-spettacolo dove la seduzione da parte della performer è messa in atto in modo ironico, divertente, provocante ma mai volgare, raffinato ed estremamente femminile. Uno spettacolo di New Burlesque consiste in uno spogliarello soft basato principalmente sulla seduzione divertente e un po’ retrò: si usano boa di struzzo, lustrini, piume, corpetti, pizzi, merletti, giarrettiere, guanti e corsetti che la ballerina si sfila lentamente a ritmo di musica e canto ammiccando e sorridendo con molta ironia.

La volgarità non è contemplata, anche perché il modello di ispirazione è l’eleganza delle pin-up inglesi e francesi degli anni Venti. E anche per questo non ci sono canoni estetici rigidi da rispettare: non si ricerca la magrezza e non esistono limiti di età ma si cerca la libera espressione del corpo, della sensualità e dello star bene con sé stesse.

Il new burlesque con la sua sensualità vintage e maliziosa negli ultimi anni è diventato una moda che ha contagiato moltissime star internazionali come Madonna, Cristina Aguilera, Cher, Gwen Stefani, Lady Gaga e Katy Perry non solo nella musica ma anche nel look. Nel 2010 è uscito il film-musical “Burlesque” interpretato da Cher e la Aguilera e varie altre produzioni cinematografiche e video musicali si sono ispirati al tema affascinante del new burlesque. In varie città americane ed europee, ma anche qui da noi in Italia, sull’onda di questa nuova attenzione sono sorte varie scuole di burlesque aperte a chiunque voglia imparare quest’arte seducente, ironica e maliziosa al punto giusto.

La seconda vita del Burlesque ultima modifica: 2015-08-02T10:00:26+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *