Giocare danzando. La danza classica per i più piccoli

Imparare divertendosi non è forse il modo migliore per farlo? Se si tratta di bambini poi è ancora più vero e necessario che l’apprendimento sia legato al gioco, alla creatività e alla fantasia per evitare che i più piccoli si annoino e decidano di scoraggiarsi ed abbandonare. La capacità di attenzione dei bambini è molto più limitata rispetto a quella degli adulti ed è quindi ancora più importante movimentare la situazione di apprendimento rendendola più interessante. Per quanto riguarda la danza la necessità di imparare giocando si concretizza nella gioco-danza, rivolta ai bambini tra i 4 e gli 8 anni.

istituto-di-danza

Cos’è la gioco-danza? È un metodo nuovo che fa parte della propedeutica della danza classica nel quale l’insegnante oltre che un tecnico è un educatore e il bambino viene messo al centro del processo di apprendimento partecipandovi attivamente e divertendosi. Gli esercizi tradizionali della danza vengo proposti ai piccoli in forma di gioco così che, attraverso l’immaginazione e il divertimento, i bambini possano prendere confidenza con il proprio corpo, con lo spazio, con l’equilibrio e con i movimenti preparandosi a quella che sarà poi la tecnica accademica. Tutto ciò mantenendo alta l’attenzione perché l’accostarsi alla danza attraverso il gioco ed utilizzando la fantasia non prevede noia.

La lezione di danza viene impostata come un gioco, non ricreativo ma educativo con regole e contenuti precisi da rispettare inerenti la percezione corporea, lo spazio, il tempo e la qualità dei movimenti. Il bambino ha un ruolo attivo nella lezione e viene continuamente stimolato e motivato ad esprimere la propria creatività e fisicità acquisendo gradualmente la tecnica in modo spensierato. Gli elementi su cui ci si focalizza sono: la musica, lo spazio e il corpo. E’ importante infatti che attraverso brani musicali diversi il bambino prenda confidenza con i vari tipi di ritmo ed i vari movimenti che richiede di conseguenza. È anche necessario che familiarizzi con la spazio in modo da sapersi muovere in una specifica direzione, anche in gruppo. Il bambino deve inoltre imparare a conoscere le varie parti del proprio corpo attraverso giochi divertenti.

Lo scopo della gioco-danza rimane quello di educare alla danza quindi gli esercizi restano quelli della propedeutica ma impostati in maniera giocosa e divertente. Le tematiche sono sempre comunque quelle dell’educazione psico-motoria infantile e riguardano: la conoscenza del proprio corpo e la conoscenza degli altri, la respirazione, la mimica, la gestualità, la postura, lo spazio, il tempo, le capacità sensoriali, l’uso degli oggetti e la capacità di improvvisare. Tutto viene affrontato attraverso il gioco e rispettando una serie di riti rassicuranti per i bambini.

I bambini saranno felicissimi di andare a giocare a lezione di danza e le possibilità che proseguano il percorso con gioia senza mollare a metà strada sono molte di più. Provare per credere!

Giocare danzando. La danza classica per i più piccoli ultima modifica: 2015-09-28T18:16:19+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *