Dieci frequenti domande (e risposte) sulla Zumba – Parte 1

Al ritorno dalle vacanze, molti di noi si ritrovano alle prese con il rientro a scuola o a lavoro, preparandosi ad affrontare il primo freddo dell’autunno spesso con grande malinconia per le belle giornate estive che ci si lascia oramai alle spalle. Allo stesso tempo, però, sono tante le persone che proprio in questo periodo dell’anno cercano un modo per restare in forma, considerando le varie discipline offerte dalle palestre e dalle scuole di danza, per trovare uno sport adatto per affrontare tutto l’inverno. È così che cominciano a fare ricerche sul web, chiedendo agli amici come si tengono in allenamento e accumulando tutte le lezioni di prova offerte dalle palestre.

Tutto questo accade soprattutto per alcune discipline più recenti e particolari, come la zumba, in grado di sollevare un gran numero di domande. Abbiamo deciso, quindi, di facilitarvi nella decisione dello sport per l’inverno, offrendovi le risposte per le dieci domande più frequenti sulla zumba.

La prima domanda è d’obbligo, sebbene molte persone abbiano già avuto modo di vedere delle esibizioni dedicate a questa disciplina: cos’è la zumba? Ebbene, la zumba nasce con il chiaro intento di creare un ponte di collegamento tra il mondo del fitness e quello della danza, con particolare attenzione verso il settore dei balli latinoamericani. In sostanza, mescola i movimenti tipici di queste danze, con quelli previsti per una normale lezione di aerobica, che viene in questo modo arricchita di numerose qualità.

Quali sono i benefici della zumba? Questa è un’altra domanda che viene spesso rivolta agli istruttori. Possiamo quindi affermare che in una sola ora di lezione si riescono a bruciare fino a 450 calorie, coniugando i benefici dell’attività aerobica a quella tonificante per i muscoli, per un allenamento davvero completo. L’alternanza di momenti più rapidi e più lenti, infatti, è l’ideale per perdere peso, poiché si bruciano molte calorie quando il ritmo si fa frenetico, per riposarsi quando questo rallenta, senza smettere mai di muoversi.

Come si svolge una lezione di zumba? La lezione dura in media circa 60 minuti. La prima fase dell’allenamento prevede alcuni esercizi di riscaldamento, ballando a ritmo di musica con tempi piuttosto lenti. Una volta che tutto il corpo è pronto per cominciare, il ritmo sale sempre di più per i successivi dieci brani. L’istruttore è sempre molto attento a non affaticare troppo l’organismo, per cui nel corso di questi minuti il ritmo frenetico del raggaeton, per esempio, potrà essere alternato con quello di un ballo più lento, per poi riacquistare velocità. La parte finale della lezione, infine, prevede un defaticamento per una decina di minuti, indispensabile per rilassare i muscoli del corpo e rallentare i battiti del cuore in modo graduale.

Quante volte alla settimana bisognerebbe allenarsi? Per ottenere il massimo dei vantaggi che può offrire la zumba, l’ideale sarebbe un programma di tre lezioni a settimana. In ogni caso, è importante che l’esercizio venga svolto con costanza, proprio per dare al corpo il tempo necessario per abituarsi all’allenamento senza esagerare né in eccesso, né in difetto.

Leggi Dieci frequenti domande (e risposte) sulla Zumba – Parte 2

Dieci frequenti domande (e risposte) sulla Zumba – Parte 1 ultima modifica: 2015-09-27T14:52:36+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *