Denishawn, a scuola di danza moderna

Sono passati esattamente cento anni da quando Ruth St. Denis e Ted Shawn, compagni sul palco e nella vita, fondarono quella che sarebbe diventata una delle più importanti scuole di danza al mondo: la Denishawn.

Denishawn

Le storie dei due ballerini sembrano essere molto diverse nei primi anni di età. Ruth nasce nel gennaio del 1879 nel New Jersey, dove viene presto avviata allo studio della danza dalla madre. Il futuro artistico della giovane Ruth è davvero promettente, tanto da condurla a soli tredici anni nel mondo dello spettacolo. Ballerina, attrice e cantante, si adatta con grande facilità allo stile vaudeville, antenato del moderno musical. Il suo talento viene subito percepito da David Belasco, celebre produttore di Broadway, che la aiuta a spalancare le porte dei teatri newyorkesi. Poco tempo dopo, sedotta e stimolata dalle atmosfere creative delle più grandi metropoli americane, si avvia allo studio di un nuovo genere artistico, liberamente ispirato alle movenze e alla cultura egiziana. L’idea viene accolta con grande entusiasmo dai critici del tempo, tanto da portare la giovane Ruth addirittura nel Madison Square Garden, nel 1905. A questi anni risale uno dei suoi balletti più importanti, il Radha, un mix tra le atmosfere orientaleggianti e mistiche.

Ted Shawn, invece, nasce nel 1891 nel Missouri. I primi anni della sua vita sono dedicati allo studio della teologia, presso l’Università di Denver, ben lontano dal mondo dello spettacolo. Sfortunatamente, nel corso dei suoi studi, Ted contrae una brutta infezione, che gli arreca una paresi degli arti inferiori. Per favorire la riabilitazione delle gambe, il giovane si avvia allo studio della danza, acquisendo ben presto grande esperienza.

Denishawn2

Le storie dei due ragazzi si incrociano nel secondo decennio del Novecento, culminando con il matrimonio nel 1914 tra il ventitreenne Ted e la trentacinquenne Ruth. I due coniugi decidono di aprire una propria scuola di danza a San Francisco, la Denishawn, dalla fusione dei loro cognomi, che sarà frequentata da alcuni dei più importanti nomi della danza del XX secolo, tra cui Martha Graham e Doris Humphrey. Il sodalizio sentimentale, tuttavia, avrà vita breve. Nel 1928, infatti, i due si separano, lasciando in eredità al mondo della danza un genere moderno e rivoluzionario.

In quegli anni, le uniche scuole presenti sul territorio erano quelle di danza classica. Pertanto, già considerando solo questo aspetto, possiamo ben immaginare quanto fosse considerato innovativo lo studio di una disciplina non tradizionale. Ma non è tutto.
La grande curiosità di Ruth, infatti, sembrò incontrarsi perfettamente con la formazione culturale di Ted, rendendo così possibile un’estrema atmosfera creativa. La spinta fisica ed energetica di Ruth veniva perfettamente completata dalle conoscenze teoriche di Ted, creando in pochissimo tempo uno stile completamente nuovo.

Le lezioni alla Denishawn non si limitavano al solo esercizio fisico. Nel grande edificio di Los Angeles, la prima sede, si poteva vivere tutti insieme, leggendo, studiando, esercitandosi e persino meditando. Niente scarpette con le punte e tutù, ma solo piedi nudi e un semplice costume da bagno nero.
Gli spettacoli, inoltre, prevedevano una struttura classica solo per quanto riguarda la linearità della storia raccontata, stravolgendo però ogni altro aspetto. Non erano previsti assoli, figure di danza tradizionali e temi comuni ai grandi balletti del tempo. Al contrario, le esibizioni erano ben organizzate, ricche di luci, costumi ed ambientazioni particolari, all’interno delle quali i ballerini si muovevano imitando personaggi orientaleggianti, cowboy, giocatori di baseball.

Tutti questi fattori hanno reso la Denishawn una delle scuole più celebri del panorama artistico del XX secolo. Non a caso, infatti, i suoi fondatori vengono considerati, a distanza di un secolo, i fondatori della danza moderna.

Denishawn, a scuola di danza moderna ultima modifica: 2015-04-26T07:23:58+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *