Da soli, in coppia, in gruppo: ma sempre a ritmo di danza!

La danza è per chiunque. Credo che la danza provenga dalle persone e che debba sempre essere riconsegnata alle persone.

Con queste parole, il coreografo statunitense Alvin Ailey era solito esprimere la sua visione olistica della danza.

Effettivamente, la danza ed il ballo sono oggi più che mai testimonianza di libertà espressiva e creativa delle persone che decidono di praticarli. C’è anche chi sceglie di rendere questa espressione una vera e propria carriera, orientando la propria vita attorno ad una passione unica: una scelta non semplice, che richiede sforzi e soprattutto moltissima determinazione.

istituto-di-danza

C’è, però, anche chi trova nella danza un momento personale di stacco e distrazione dal quotidiano. In questo senso, non importa che tipo di ballo si scelga di seguire: ognuno offre grandi possibilità di socializzazione e di lavoro sul proprio corpo. Che si tratti di balletto, danza moderna, danze popolari o balli latino-americani, seguire un corso di danza può aiutare a scoprire lati sopiti del proprio carattere e farli emergere, conoscendo altri punti di vista, idee o opinioni senza perdere mai di vista l’aspetto più importante: divertirsi.

La danza, inoltre, migliora le funzioni cerebrali a vari livelli e stimola positivamente l’umore. Recenti studi dimostrano infatti come i diversi tipi di pratica permettano ai ballerini di raggiungere le massime prestazioni unendo i processi cerebrali e cognitivi alla memoria muscolare e alla ‘propriocezione’ che ha luogo nel cervelletto. Attraverso l’esercizio regolare che accompagna lo studio della danza, chiunque segua un corso almeno una volta alla settimana può allenare e migliorare i propri meccanismi cognitivi e stimolare la coordinazione muscolare.

Il ballo è una tipologia unica di esercizio fisico perché oltre ad offrire benefici per la salute fisica e mentale, implica anche un impegno in un’attività sociale. Da questo punto di vista dunque la danza viene vista come un grande corpus di discipline che offrono in buona misura gli stessi vantaggi.

L’aspetto piacevole però è che ci sono opzioni per tutti i gusti e che ormai è possibile trovare corsi di danza adatti alle proprie esigenze senza troppa fatica.

saggio-istituto-italiano-arte-e-danza
Uno dei nostri saggi di danza

Se ad esempio non amate condividere il tempo in cui vi volete dedicare alla danza, potete orientarvi a degli stili in cui si lavora da soli. La danza contemporanea, ad esempio, offre una moltitudine incredibilmente ricca di opzioni per chi vuole focalizzarsi sul proprio corpo.

Se invece state cercando un modo per socializzare divertendovi, imparare degli stili di ballo in gruppo, come le danze popolari, che permettono di comprendere e condividere culture antiche – la nostra bellissima pizzica o la tammurriata ne sono un esempio evidente.

Per chi cerca un momento da vivere in coppia, non possiamo che pensare immediatamente al tango: l’espressione più pura della relazione e della passione nella danza. Ma, ovviamente, non è il solo stile a permettere di danzare in due.

Non resta che scegliere!

Da soli, in coppia, in gruppo: ma sempre a ritmo di danza! ultima modifica: 2015-06-30T07:20:57+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *