Bollywood, quel particolare accordo tra danza, cinema e musica

Cosa ci viene in mente quando pensiamo a Bollywood? Un genere di film indiani (in lingua hindi e urdu) estremamente lunghi (almeno 3 ore) e caratterizzati per la maggior parte da balli tipici ritmati e ricchi di colori e da musiche energiche e vivaci. Avete visto qualcuno di questi film che negli ultimi anni hanno avuto sempre più successo diffondendosi anche nel nostro Paese? Si assomigliano tutti molto tra di loro quindi potreste confonderli ma sicuramente ve ne è capitato qualcuno in televisione. Mettono in scena per lo più storie romantiche di amori ostacolati da motivi familiari (spesso l’eccessiva autorità paterna o la ribellione della ragazza protagonista) ed ambientati in classi sociali medio-alte in cui si propone il confronto tra tradizione indiana e modernità di ispirazione occidentale. Storie molto soft adatte a tutta la famiglia in quanto il cinema in India è molto vissuto, molto frequentato ed è un importante elemento di aggregazione sociale.

Bollywood-Dance

Il nome di questo genere cinematografico nasce dall’unione di Hollywood e Bombay, vede le sue origini negli anni venti ed un maggior successo negli anni cinquanta, ma il vero boom si assiste negli anni 2000 grazie al successo di due pellicole “Lagaan” e “Devdas”. Dalle numerosissime produzioni cinematografiche indiane sono nati attori ed attrici ormai famosi anche in Europa oltre che grandi star in India: Aishwarya Rai, Kareena Kapoor, Salman Khan, Shah Rukh Khan e vari altri. Nomi forse poco conosciuti da noi ma presenti praticamente in tutti i film indiani degli ultimi anni fino a diventare volti familiari in tutta l’India.

Musica, danza e scenari esotici (molte scene vengono girate in Europa, America e Asia che esercitano un grande fascino sugli indiani) sono gli elementi base di questo genere cinematografico e tutti indispensabili per la buona riuscita di ogni film di Bollywood che si rispetti. I balli di gruppo coreografici sono sicuramente una delle componenti più affascinanti: esprimono momenti di corteggiamento, momenti in cui si analizza maggiormente il lato emotivo di un personaggio, momenti di digressione dalla trama o momenti di festeggiamento per una ricorrenza o un matrimonio tra i protagonisti. In tutti i casi si tratta di esplosioni di ritmo e di folklore tradizionale con coreografie calcolate al millimetro e accompagnati da canzoni integrate alla sceneggiatura e studiate appositamente.

L’energia e il fascino di queste danze sono talmente forti che anche in Italia sono nati corsi di Bollywood Dance, un mix di danza indiana, classica e folk con influssi di hip hop e pop contemporaneo. Se ne trovano ormai in molte palestre e scuole di ballo e sono adatti a tutti (in modo particolare “tutte”) coloro che vogliono sentirsi parte di un coloratissimo e romantico film di Bollywood.

Bollywood, quel particolare accordo tra danza, cinema e musica ultima modifica: 2014-12-08T04:04:18+00:00 da luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *